Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Una questione di memoria storica: Jack Kirby sceneggiatore terribile?

editoriale young romancedi Alessandro Bottero

È di questi ultimi giorni una polemichetta tutta estiva. Jack Kirby era un bravo sceneggiatore? Jack Kirby era un bravo SOGGETTISTA? Jack Kirby scriveva dialoghi da fare schifo?

Ora, il punto non è se uno dice che tizio o caio sono pessimi sceneggiatori. Apprezzo la sicurezza delle proprie opinioni, anche perché come dice il sommo Clint “Le Opinioni sono come le palle. Ognuno ne ha almeno due”. No. Il punto non è questo. La cosa che mi fa sorridere con tristezza quando leggo queste cose è che per il popolo di internet Jack Kirby è SOLO quello dal 1961 in poi. Ossia per i lettori che straparlano su Internet e sui forum (Comicus in particolare) il Jack Kirby PRIMA dei Fantastici Quattro non esiste, e pare che Jack Kirby abbia fatto solo Fantastici Quattro, Thor, Capitan America, e poi la saga del Quarto Mondo. Nient’altro. Bene signori, Jack Kirby lavorava a tempo pieno dal 1938 in poi e nei 25 anni prima dei Fantastici Quattro aveva fatto di tutto. Super eroi, western, fantascienza, umoristico, crime, e nel 1948 aveva inventato da solo il genere romance, vendendo milioni di copie con Young Romance della Prize.

Aveva cercato di fondare una sua casa editrice , la Headline, anni prima che il concetto di autoproduzione fosse anche solo pensato, e aveva scritto centinaia di storie. Quando Jack Kirby collabora con Stan Lee tra i due quello famoso, rispettato, quello che gli altri professionisti del settore guardavano con ammirazione era Kirby. Lee era il cognato di Goodman, che scriveva storie per la Timely passabili, ma nulla di più. C’erano decine di sceneggiatori più capaci di Lee. E quando sento che i dialoghi di Kirby per il Quarto Mondo sono pesanti, pomposi, retorici rido. E allora quelli che Lee scriveva per Silver Surfer o Thor che sono? Diciamoci la verità. La memoria storica del fan che scrive su Internet relativamente al mondo del fumetto è pari a quella di una effimera. Si e no ricorda cosa è successo l’altro ieri. La storia del fumetto americano inizia con Stan Lee e prima non esisteva nulla.

Certo, se si esamina l’opera di Kirby secondo i canoni delle scuole del fumetto Kirby non sapeva disegnare (anatomie esagerate per cui oggi lo boccerebbero agli esami) e non usa le tecniche della narrazione postmoderna. Ma era un narratore. Kirby sapeva narrare, e questo basta e avanza. Il problema di Kirby era che doveva lavorare per vivere e quando fallì il suo tentativo di diventare autonomo e gestire in prima persona il suo lavoro, dovette tornare a Canossa e piegarsi ai diktat dell’industria del fumetto. Possiamo dire che era un pessimo sceneggiatore. Ma per piacere, cerchiamo di imparare la storia prima di riscriverla.

Magazine

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:198 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:337 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:828 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #01

04-07-2017 Hits:1211 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Se esiste un’icona mondiale, per quanto riguarda la sezione giocattoli e cartoni, che hanno trasformato una semplice moda in un vero a proprio ‘dogma’, He-man and The Masters of the Universe rappresenta, almeno al pari dei Transformers, uno dei pilastri di maggior successo degli...

Leggi tutto

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:1477 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:12690 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:1489 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto