Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » in ricordo di Lorenzo Bartoli: un grande autore, una bella persona

editoriale bartolidi Alessandro Bottero

Lorenzo Bartoli è (perché io credo davvero che continui a vivere, in una vita migliore più piena e ricca) una persona bella. Ora non lo vedrò più in giro per le fiere, o magari in qualche occasione legata ai fumetti,ma rimane una bella persona. È solo andato un po’ più avanti, assieme ai suoi amici, alle persone che ha care, agli autori di fumetti che ha letto in tutti questi anni e che adesso sta incontrando uno ad uno in un altro posto, sempre sereno, sempre col sorriso. Non lo vedrò ma questo non toglie che l’ho conosciuto, e che i ricordi di tutte le volte che abbiamo parlato, scherzato, lavorato assieme quando era lui ad approvare i soggetti che spedivo all’Eura, mi restino nel cuore. Lorenzo, quando girava ancora qui in mezzo a noi, è sempre stato un signore. Le polemiche non gli interessavano. E questo, che dovrebbe essere una cosa ovvia per chiunque, lo rendeva invece merce rara in questa epoca social. Come autore ha lavorato per anni a livelli altissimi, sia come ritmo che come qualità. E la cosa che più mi dispiace, e che sinceramente non depone a favore della capacità dei dirigenti di questo mondo del fumetto italiano, è che non ha mai ricevuto la considerazione che gli era dovuta. Voglio dirlo chiaramente: Lorenzo Bartoli è stato uno dei migliori sceneggiatori italiani degli ultimi vent’anni, e trovo vergognoso che persone che valgono la metà abbiano ricevuto maggiori premi e riconoscimenti mentre lui no. Ovviamente adesso tutti faranno a gara a dire quanto era bravo e quanto era capace e quanto lo tenevano in altissima considerazione, ma la realtà dei fatti resta. Meritava molto di più. Molto, molto di più sia come riconoscimenti critici che come possibilità narrative. Se ne è andato altrove troppo giovane. Non sapremo mai se e come poteva essere un Dylan Dog scritto da lui, o un Tex, o un Togo, o se aveva nel cassetto una di quelle grafic novel che tutti la leggono e dicono “Ma sei bravo, non me lo sarei mai aspettato visto che hai sempre scritto per le edicole….!”. Nel 2007 ero a Terni per una manifestazione di fumetti. Ero nello stand vicino a quello dove stava Lorenzo. Aveva appena pubblicato per la Edizioni BD il libro di racconti Cuori da Bar, e in quei due giorni gli vidi fare una cosa che solo lui poteva fare. A ciascuno che acquistava il volume lui regalava un racconto personalizzato, scrivendolo sul momento, e prendendo spunto dall’argomento scelto dal lettore. La sua idea era che se i disegnatori quando il lettore compra il loro volume fanno uno sketch, allora lui, che è scrittore, si metteva in gioco dando al lettore un mini racconto di una pagina, unico e irripetibile. In due giorni di manifestazione ne scrisse trenta, senza mai tentennare o perdere l’ispirazione.

Non ho mai più visto nessuno fare una cosa del genere.

Ciao Lorenzo, sono sicuro che ora sei sereno e fumi la pipa mentre pensi ad una nuova storia da scrivere. E sono anche sicuro che sarà bellissima.

Lorenzo Bartoli (Roma, 7 aprile 1966 – 5 ottobre 2014). I funerali di Lorenzo Bartoli si terranno a Roma martedì 7 ottobre alle 10.00, presso la chiesa di Santa Maria Ausiliatrice nel Tuscolano.

Magazine

Intervista ad Alessio Riolo, organizzatore di Palermo Comicon

21-09-2017 Hits:135 Reportage Redazione

  Di Alessandro Bottero Palermo Comicon è arrivato alla terza edizione, e quest’anno si presenta particolarmente interessante. Prima di immergerci nella kermesse ecco quattro chiacchiere con il direttore/organizzatore/imperatore Alessio Riolo, che insiste & persiste nel promuovere il fumetto nell’antica terra di Trinacria.  Tra un’arancina e una cassata ecco la saggezza delle sue...

Leggi tutto

Analogie kafkiane tra Egon Schiele e Angelo Stano

12-09-2017 Hits:553 Critica d'Autore Redazione

    Le atmosfere gotiche nell’opprimente angoscia di un comune tratto artistico di Roberto Scaglione   Forse non aveva tanto torto Hugo Pratt a definire il fumetto quale “letteratura disegnata”, con un chiaro omaggio autoreferenziale alle proprie indelebili opere ed in particolare alla più rilevante, quel Corto Maltese che lo rese celebre come uno dei...

Leggi tutto

Monolith - il film: Recensione e Analisi

21-08-2017 Hits:1513 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

di Lorenzo Barruscotto (contiene – forse - spoiler) Il nostro Lorenzo Barruscotto, titolare della seguitissima rubrica Osservatorio Tex, recensisce Monolith, il film coprodotto da Sky che vede l'esordio alla produzione cinamtografica di Sergio Bonelli Editore.Il fim, distribuito in 200 sale, dal 12 agosto, giorno della prima, al 20 agosto ha incassato 265.808...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:1369 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:1701 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:1686 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:1677 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto