Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Antani Comix ospite sgradito a Lucca Comics & Games?

antani gulp luccadi Alessandro Bottero

Pare proprio di sì, visto che per il secondo anno consecutivo l’organizzazione di Lucca Comics & Games, la manifestazione più seguita di tutto il circuito del fumetto mondo italiano (140.000 spettatori circa la scorsa edizione del 2011), ha detto “no grazie. Non c’è posto” a Francesco Settembre, che voleva partecipare col suo negozio, Antani Comix. Ce lo dice Settembre stesso nel suo blog (QUI), limitandosi a riportare il fatto.

La notizia parrebbe tutto sommato insignificante. Perché un sito che parla di fumetti dovrebbe prestare attenzione se l’organizzazione di una manifestazione esercita quello che è un suo diritto, ossia decidere chi ammettere o meno alla manifestazione stessa?

Beh, direi che i motivi sono tanti.

Per prima cosa perché tutti sanno che come Fumetto d’Autore siamo dei rompipalle professionisti, e quindi non ci pare vero di inzuppare il becco nelle polemiche. Ma detto questo, tanto per tranquillizzare persone come i vari Console, Di Nocera, DI Virgilio, Ginevra, Recchioni e simili che così avranno un'altra prova del nostro essere lo zimbello del mondo del fumetto, ci sono anche altri motivi.

Antani Comix e Francesco Settembre non sono degli sconosciuti nel (piccolissimo) mondo del fumetto/fumetterie/manifestazioni. Come ricorda lo stesso Settembre nel pezzo l’esperienza del negozio è più che decennale. Settembre ha partecipato alla manifestazione di Lucca per otto anni consecutivi (2003-2010), senza avere problemi. Nel suo post Settembre omette di essere stato tra i soci fondatori dell’A.Fu.I, ad oggi l’unica associazione che tenta di raccogliere alcune delle fumetterie italiane, nonché organizzatore di manifestazioni a Narni e Terni. Insomma non si tratta del negozietto che si affaccia adesso a Lucca, chiedendo un posticino e sapendo già che deve fare la panchina, perché arriva buon ultimo. Si parla di un nome e di una persona noti, con una storia, e con uno “storico” relativo a Lucca Comics & Games.

Eppure questa persona, questa realtà sono esclusi da Lucca comics & Games per il secondo anno di seguito. E senza una motivazione.

Ora, è vero che chi organizza una cosa qualsiasi è sovrano e non è tenuto per “dovere” a motivare i suoi atti. Tanto più se nel regolamento c’è scritto “l’organizzazione può fare quello che accidenti vuole, quando vuole, come vuole, e dove vuole” (non è che ci sia scritto PROPRIO così, ma ci siamo capiti…). Un soggetto PRIVATO che organizza una cosa PRIVATA è libero di decidere chi può partecipare o no. Richiedere di partecipare non implica di per sé il diritto all’accettazione della mia richiesta.

Detto questo però c’è un discorso più ampio delle semplici regole scritte pedissequamente nel regolamento. C’è un discorso di rapporti umani, di conoscenze, di apparenti cortesie che sono visibili quando gli appartenenti al fumetto mondo si incontrano nel corso dei vari eventi. Se io e te ci conosciamo, ci salutiamo, magari beviamo un caffè assieme, scambiamo impressioni sulla manifestazione X nell’annata Y, poi se sei TU e PROPRIO TU a decidere di non farmi più partecipare alla TUA manifestazione, beh….direi che quantomeno un due chiacchiere in privato, una mail, un qualcosa anche solo pro forma, non per giustificare, ma per chiarire la mia scelta ci sta tutto. E invece a sentire Settembre questo non è avvenuto. Né nel 2011, né adesso.

Perché?

Scrive Settembre: «Se fossimo un settore serio, un settore in cui vale la pena lavorare, investire, crescere, qualcuno indagherebbe e farebbe domande. I siti di settore, i blog, si lancerebbero sulla notizia, che mi sembra alquanto "strana". Se gli addetti ai lavori avessero il cuore dei tanti appassionati che, durante quest'anno, mi hanno contattato o incontrato alle fiere, chiederebbero e farebbero circolare la notizia. Si porrebbero delle domande.

Ma questo è un mondo basato su passione fine a se stessa, su improvvisazione e mancanza di rapporti veri. Per cui non mi stupisco più di niente.»

Caro Francesco Settembre, forse noi non siamo seri, ma come vedi la domanda ce la siamo posta. Purtroppo non possiamo essere noi a darti anche la risposta, ma almeno apriamo il dibattito.

Magazine

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:1233 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:770 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:2670 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:2754 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:2529 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:2776 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:2006 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto